Ictus Cerebrale o Colpo Apoplettico

Annunci di Lavoro

Ictus Cerebrale

Dal latino 'urto' o 'colpo', il termine ictus fa riferimento alla perdita improvvisa, a causa dell'interruzione del circolo del sangue, delle funzionalità di un organo o di un apparato.
La perdita fulminea delle funzioni cerebrali è detto ictus o colpo apoplettico.

Navigare Facile

Esso è una delle maggiori cause di invalidità e di morte (si contano purtroppo tantissimi casi di ictus cerebrali negli individui adulti oltre i sessantacinque anni di vita), scaturito in nove circostanze su dieci da ischemia e nelle restanti da emorragia legata alla rottura del vaso sanguigno.
Quasi un terzo degli ictus si rivela mortale e causa di invalidità, ma non esitano fortunatamente a mostrarsi ipotesi di attacchi senza alcun danno permanente.

I danni derivati dai colpi apoplettici, resi certi in seguito ad accurati esami quali la TAC cerebrale, possono essere limitati da opportune terapie che sono anche in grado di prevenire quelli recidivi.

Food

Di norma si calcola che il recupero motorio sia completo dopo una terapia di oltre cinque mesi, con un particolari progressi già nei primi novanta giorni.

Al fine di evitarne l'insorgenza, sottolineiamo quanto sia importante prendersi cura di sé stessi, controllando il più possibile la pressione arteriosa e i valori del diabete, cercando di evitare il fumo e compiendo una vita quanto meno sedentaria; certamente possiamo contare su progressi scientifici sempre più validi, ma la prevenzione è la prima arma di difesa.